Con la partecipazione della più celebre coppia di Hollywood in veste di mascotte.

domenica 27 novembre 2016

Buon compleanno, Bruce Lee!

76 anni fa, il 27 novembre 1940, nasceva a San Francisco Bruce Lee, attore, regista e sceneggiatore cinese, universalmente considerato il più influente dei cultori, divulgatori e innovatori delle arti marziali, nonché poeta e filosofo. Oltre che essere una mente vulcanica, Lee era un atleta in grado di realizzare eccezionali prestazioni fisiche. Eppure morì giovanissimo, a soli 33 anni, a causa di un edema cerebrale. Bruce Lee visse tra gli USA e Hong Kong, e lottò sempre contro il razzismo, sia quello degli americani nei confronti degli immigrati cinesi, sia quello della stessa comunità cinese, che preferiva l'isolamento, escludendo completamente gli occidentali dalle proprie tradizioni.


In particolare per i maestri cinesi di arti marziali era in pratica vietato avere allievi occidentali. Lee non solo ruppe questo tabù, divenendo un maestro apprezzato anche dalle star di Hollywood, ma anche quello dei matrimoni misti, sposando l'americana Linda Emery, che gli diede due figli (il maschio, Brandon, anche lui attore, morì ancor più giovane del padre in un assurdo incidente di scena). Inoltre Bruce Lee si rifiutò di considerare immutabili le arti marziali tradizionali, fondendo nel suo Jet Kun Do elementi di diverse arti orientali e perfino della boxe occidentale. Per la sua intraprendenza e mancanza di pregiudizi, insomma, Lee si attirò certamente l'invidia o l'inimicizia di numerose persone. Forse anche per questo negli anni sono sorte varie leggende riguardo alla sua morte, imprevista e misteriosa. Qualcuno lo avvelenò? Fu lui a inscenare la propria morte per sfuggire alla fama o alle pressioni della mafia di Hong Kong? Quest'ultima tra l'altro è l'idea alla base del film postumo L'ultimo combattimento di Chen. In ogni caso secondo i medici a causare la morte di Bruce Lee fu probabilmente l'allergia a uno degli eccipienti di un banale farmaco contro l'emicrania. Secondo l'amico e allievo Chuck Norris fu invece l'interazione tra tale farmaco e altri che Lee era costretto a prendere dopo un doloroso infortunio che aveva subito nel 1970 durante un allenamento di sollevamento pesi. 

La leggenda dice che Bruce Lee fosse in grado di stendere qualsiasi avversario in un minuto. A noi restano i suoi film, che sono sempre in grado di tener insieme padri e figli sul divano davanti alla TV per un'ora e mezza.

1 commento:

  1. HO APPRESO LA VITA DI BRUCE LEE ,SE CREDESSI A QUESTE COSE DIREI CHE PORTA IELLA,,,OK...

    RispondiElimina